Il restauro artistico: materiali e tecniche per la corretta realizzazione

Studi e tecniche di lavorazione per un restauro artistico impeccabile

La nazione nella quale viviamo ha alle spalle un bagaglio artistico e culturale tale da fare invidia a tutto il mondo. Già nei tempi antichi gli artisti italiani si sono specializzati nella tecnica del restauro artistico per la quale ancora oggi veniamo apprezzati a livello internazionale.
In generale il restauro consiste nella manutenzione e nel recupero nonché ripristino e conservazione di opere d’arte e beni culturali che altrimenti verrebbero danneggiati dal tempo. Infatti con il trascorrere dei secoli le opere tendono a rovinarsi e questo avviene per molti motivi come l’umidità, il caldo o il freddo. Pertanto, per conservare i valori del nostro paese viene effettuato il restauro artistico.

Studi preventivi

Un buon restauratore deve sempre effettuare un’analisi preventiva del materiale da restaurare poiché senza di essa sarebbe difficile eseguire un pieno recupero senza compromettere l’opera d’arte. In seguito all’applicazione sempre più estesa della ricerca scientifica non bastano solamente più le conoscenze legate alle tecniche di restauro artistico più tradizionali. Si è resa sempre più necessaria la conoscenza chimica e molecolare dei materiali che vanno in soccorso al restauratore.
All’interno della nostra aziendale Calchera San Giorgio è presente un laboratorio di ricerca riconosciuto a livello nazionale e nel quale vengono effettuati gli studi e le operazioni di restauro al fine di ottenere prodotti di elevata qualità e mantenerne intatte le caratteristiche più rilevanti.

Tecniche di lavorazione e materiali utili

Per effettuare un restauro artistico di elevata qualità è molto importante la ricerca del materiale appropriato. Inoltre il restauro non deve mai essere un’operazione che modifica nettamente la pittura su cui si interviene poiché le caratteristiche essenziali dell’opera d’arte devono essere mantenute. In particolare stiamo parlando dei colori, delle venature e degli eventuali rilievi delle opere.
Il materiale da utilizzare quando si effettua un’operazione di restauro differisce in base alla tipologia di lavorazione: si va dall’acquerello alle vernici delle più disparate tipologie. Un materiale da noi consigliato è la Boiacca Iniezione 50, una malta di restauro specifica per iniezioni consolidanti di affreschi e intonaci storici.