La calce pozzolanica Pantheon

cosa bisogna sapere

La calce pozzolanica Pantheon è una calce idraulica che si ottiene dalla miscelazione a freddo di calce aerea pura e pozzolane naturali micronizzate.

Questa calce è una sintesi di diversi leganti ed è un materiale versatile per preparare ogni tipologia di malta che si voglia utilizzare in un’opera di ristrutturazione e sostenibilità edilizia.

La calce pozzolanica non contiene al suo interno sali solubili, calce libera o altra forma di clinker. Il legante dona all’impasto un’ottima adesione al supporto, elasticità, grande traspirabilità, alta resistenza a muffe e batteri. Inoltre non contiene al suo interno materie dannose per l’ambiente e la salute. 

 
Il Pantheon: da dove deriva il nome

 

La calce pozzolanica Pantheon prende il suo nome dalla cupola del Pantheon con una luce che misura ben 43,3 metri ed è stata creata secondo un sistema strutturale di precisione tra il 118 e il 125 a.C. È stata costruita sulla base di alcuni ritrovamenti di bolli doliari impressi sui laterizi utilizzati per elevare la struttura.

All’interno di questo edificio si incontrano sei strati anulari orizzontali di materiali, comprese le fondamenta. Gli strati sono caratteristici in quanto alla base inferiore del monumento sono più pesanti rispetto a quelli superiori.

 

I grandi strati di “Opus Caementitium” romano sono favorevoli per una presa lenta del nucleo interno dei getti. In alcuni di questi la presa non è ancora terminata ai nostri giorni dopo oltre duemila anni.

Questo consente delle grandi deformazioni plastiche della struttura: un vantaggio della stabilità.

 

Sul nostro sito potete trovare molte altre informazioni sulla calce pozzolanica Pantheon e le caratteristiche specifiche di questo materiale.

Hai domande? Vuoi più informazioni?

Rispondiamo sempre dalle 8.00 alle 18.00 e se ci scrivi un'email ti ricontatteremo velocemente.