Pittura calce antica, un prodotto naturale ed ecologico

Pittura calce antica

Imbiancare casa è una di quelle incombenze che non a tutti entusiasma, tuttavia, soprattutto quando si decide di restaurare una vecchia abitazione o di rinfrescarla, è un’operazione necessaria. Ma quali prodotti utilizzare per ottenere un risultato convincente? Il mercato ci offre diverse possibilità a seconda delle tecniche che intendiamo impiegare. Oggi parliamo della pittura calce antica, una tecnica antica, come si evince dal nome, ma di grande effetto.


Pittura calce antica, dall’antica Roma ai giorni nostri

La pittura a calce viene usata fin dai tempi più antichi, addirittura dall’epoca romana. Si tratta di una soluzione molto economica, ma di grande effetto. Non solo, questo tipo di pittura è anche naturale, impedisce la formazione della muffa ed è traspirante.

Per molti anni è stata soppiantata dalle nuove idropitture, ma oggi si sta riscoprendo la sua versatilità e, soprattutto, il suo essere naturale. Oggigiorno si presta molta attenzione all’ambiente, alla salubrità dei luoghi in cui siamo soliti trascorrere molto tempo, e la pittura calce antica risponde perfettamente a tutte queste esigenze.

I vantaggi della pittura a calce

Alcuni vantaggi li abbiamo appena visti, ma ce ne sono diversi altri tra cui spiccano senza dubbio il fatto che sia un prodotto economico, privo di sostanze tossiche e inodore, quindi ideale se si soggiorna nella casa in cui si stanno effettuando i lavori. 

Come abbiamo visto, si tratta di una pittura traspirante, quindi previene la formazione della muffa. Al contempo, contribuisce a mantenere l’ambiente salubre, riduce il rischio di proliferazione di batteri sulle pareti e la formazione della polvere. Pulito e sicuro, l’ambiente che viene trattato con questa pittura è assolutamente adatto anche ai bambini.

Ottima per interni ed esterni, regala un’atmosfera confortevole e accogliente.

E se siamo stanchi del solito bianco?

Erroneamente la pittura a calce viene sempre associata al colore bianco, quindi ricorda certi ambienti ospedalieri o le meravigliose case della costa greca. Oggi però, per chi non ama troppo il bianco, è possibile pigmentare la pittura a calce con dei pigmenti.

Se ne trovano diversi in commercio, anche naturali. Un’altra idea originale è quella di utilizzare la pittura a calce come uno sfondo e di decorare poi con degli affreschi le pareti, chiaramente adattando i soggetti allo stile della casa.