Prevenire ed eliminare l’umidità dalle pareti della propria casa

Gli accorgimenti per salvaguardare la salute

Quando ci si trova tra le mura domestiche il desiderio di tutti noi è quello di avere il maggior comfort possibile ma l’umidità è uno dei fattori che molto spesso non rende possibile tutto ciò. L’umidità rappresenta un problema soprattutto per chi abita vicino al mare, ad un fiume, un lago oppure se si vive in luoghi soggetti a climi umidi e piovosi.
I metodi che possiamo seguire e applicare al fine di contrastare il problema dell’umidità sono davvero molti ma uno dei più efficaci riguarda la qualità delle finestre della nostra abitazione. È infatti attraverso queste ultime che l’umidità può entrare nelle nostre case oppure no.

Accorgimenti da adottare

Come già precedentemente accennato l’umidità spesso provoca la presenza della muffa che si fa sentire e vedere soprattutto nei punti della casa in cui c’è una scarsa circolazione dell’aria. Possiamo pensare alle cantine, alle pareti esposte a nord e agli angoli del bagno. La muffa non solo è antiestetica ma, oltre a generare cattivo odore, può anche generare diversi problemi alla salute che possono essere respiratori, infiammazioni o reazioni allergiche. Secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) queste problematiche colpiscono soprattutto i bambini e gli adolescenti.
Per prevenire la formazione di umidità sulle pareti e muffa bisogna ricordarsi innanzitutto di controllare le tubature per evitare infiltrazioni d’acqua, evitare di far invecchiare i cibi in frigorifero e arieggiare con una certa frequenza i diversi ambienti della casa.

Vantaggi energetici e alla salute

Contrastando l’umidità e quindi anche la formazione della muffa si hanno diversi benefici che possono riguardare sia la salute che il risparmio energetico. Parlando di risparmio energetico, dati alla mano, una casa ben isolata, secondo i i criteri moderni, richiede per il riscaldamento solo 1/5 del combustibile necessario a scaldare case male isolate.
Ad oggi esiste una legge (10/91) relativa alle nuove costruzioni e le ristrutturazioni che impone un certo riguardo nei confronti dell’isolamento. Il tutto viene incentivato dai numerosi sgravi fiscali dei quali i clienti possono godere ma nonostante ciò ad oggi, purtroppo, solo 10 % è stato costruito dopo l’entrata in vigore della legge precedentemente citata e dotato perciò di isolamento termico.