Stucchi per soffitti, come rendere la casa unica

Stucchi per soffitti

Gli stucchi per soffitti, in passato, erano prerogativa delle case nobiliari. Sontuosi salotti con volte decorate con grandi rosoni di stucco, intrecci e foglie d’acanto, fino anche a grappoli d’uva lussureggianti, erano i motivi di decoro più apprezzati. Certamente, questo tipo di soggetto decorativo oggi sarebbe un tantino eccessivo nelle nostre case ben più moderne, ma gli stucchi per soffitti sono sempre attuali, magari declinati in prospettiva più moderna. 

Stucchi per soffitti, non solo stile classico

Se quello che abbiamo descritto prima era praticamente un cliché decorativo di fastosi tempi passati, oggi, tale tipo di decorazione, viene rivisitata e ammodernata per rendere le nostre case ancora più raffinate e preziose senza appesantirle. 

Ovviamente lo stucco decorativo è esso stesso un elemento dello stile d’arredo classico, ma si può integrare perfettamente anche in una casa più moderna reinterpretando il gusto e lo stile contemporaneo, anche con arredi essenziali.

Cosa è lo stucco e come viene impiegato per le decorazioni

Lo stucco è un impasto composto, nella sua ricetta originaria, di calce spenta e polvere di marmo. Oggi l’impasto viene realizzato in modo tale da ottenere un materiale con differenti caratteristiche di morbidezza, rugosità, viscosità, a seconda dell’utilizzo che se ne dovrà fare.

In particolare, per la realizzazione di decorazioni del soffitto, viene utilizzato lo stucco definito autentico, ovvero stucco in gesso, un composto antico che ha una resa elastica notevole e di grande impatto estetico. 

Quali decorazioni scegliere

La scelta degli stucchi per soffitti va fatta in base alla tipologia di decorazione che vogliamo realizzare. A sua volta, questa, dipende dallo stile del resto della casa. Per cui, se gli arredi sono moderni, il consiglio è quello di optare per delle cornici semplici e geometriche. Al contrario, se gli arredi sono classici, si può osare anche con rosoni elaborati.