Calce Pozzolanica Pantheon

Antico ma avveniristico legante

Le grandi masse di “Opus Caementitium” romano favoriscono una presa molto lenta del nucleo interno dei getti, in alcuni dei quali la presa non è ancora terminata ai nostri giorni dopo oltre duemila anni; da una parte ciò consente grandi deformazioni plastiche alle strutture, a vantaggio della stabilità, dall’altra la lentezza della presa favorisce la disaggregazione chimica del laterizio e della pozzolana formata dai silicati parzialmente decomposti dal materiale vulcanico, aumentando così la diffusione di elementi idraulici (ossidi e silice solubile); è dimostrato quindi, che le migliori malte romane, migliorino nei secoli.

La cupola del Pantheon, la luce della quale misura ben 43,3 metri (146 piedi), fu costruita con un sistema strutturale di alleggerimento datato con precisione, tra il 118 ed il 125 a.C., sulla base dei ritrovamenti dei bolli doliari impressi sui laterizi adoperati per elevare la struttura verticale su cui la cupola insiste. In questo straordinario edificio s’incontrano ben sei strati anulari orizzontali di materiali, comprese le fondazioni. I sei strati si caratterizzano per essere più pesanti negli strati inferiori, alla base del monumento (Opus Caementicium), e più leggeri man mano che si procede verso l’alto. La composizione delle malte varia, in peso, al variare della posizione che queste occupano nella struttura che serrano; sono essenzialmente formate di:

  • CALX INTRITA
  • SABULUM
  • PULVIS PUTEOLANUM
  • TESTA TUNSAM
  • PUMEX

A quest’insegnamento s’è ispirata la nostra più importante ricerca.

Calchèra San Giorgio

Ottenuta dopo un’approfondita indagine sulle malte Romane che strutturano gli straordinari e longevi monumenti che possiamo ancora ammirare, dall’antichissima arte dei Magister Calcariarum la Calce Pozzolanica Pantheon - Calchèra San Giorgio è la sintesi di tutti i leganti descritti nei documenti d’archivio.
La Calce Pozzolanica Pantheon è ottenuta dalla miscelazione a freddo di calce aerea selezionata ad alto titolo d’idrato di calcio e pozzolane naturali micronizzate, di diversa superficie specifica ed energia. L’origine delle eccellenti caratteristiche di resistenza e durabilità consiste nell’interazione fra le pozzolane di varia origine ed energia e la calce aerea, mediante la formazione di silicato di calcio idrato e gehlenite, composti affini a quelli ottenuti dalla combinazione di calcee pozzolana storica.

VANTAGGI:

  • non modifica la traspirabilità della muratura evitando fenomeni di condensazione;
  • evita la formazione di muffe e batteri;
  • alta resistenza alle aggressioni alcaline;
  • non contiene sali idrosolubili, calce libera, né alcuna forma di clinker;
  • perfettamente compatibile con le strutture storiche d'ogni tempo;
  • assenza di sostanze dannose per la salute e per l'ambiente;
  • stabilità e durata nel tempo;
  • VOC assenti;
  • prodotto nel rispetto dell’ambiente e del benessere abitativo.

UN ANTICO MA AVVENIRISTICO LEGANTE PER IL RESTAURO E L'EDILIZIA SOSTENIBILE