Malta di finitura per esterno

Quale scegliere?

È lo strato che la protegge dagli agenti atmosferici e dona un pizzico di allegria alle nostre città, con i vari colori scelti.
 

Scegliere la tipologia di intonaco migliore non è sempre facile ma, nel mercato, si possono trovare molte offerte diverse studiate appositamente per le più svariate esigenze.

 

Come si realizza

 

Vediamo ora come si realizza la malta di finitura per esterno. L’intonaco per esterni è appunto costituito da una malta composta da diversi materiali, dove la sabbia costituisce circa il 50% del composto.

A questi viene aggiunto un materiale che ha la funzione di legante, la calce.

 

Quando si parla di malta per gli esterni l’agente legante deve anche essere in grado di proteggere le pareti dagli agenti atmosferici e allo stesso tempo di far respirare le pareti.

In questo modo eviti la formazione di condense e di conseguenti muffe.

 

Come scegliere l’intonaco giusto

 

Per scegliere l’intonaco giusto per l’esterno di un edificio devi tenere in considerazione diverse caratteristiche e scegliere una particolare composizione della malta.

Vediamo le opzioni:

 

      Malta con calce idraulica (argilla): con questa miscela gli intonaci saranno traspiranti e garantiranno una perfetta aderenza con le pareti. Offre anche una buona protezione per gli sbalzi termici;

 

      Malta con calce idraulica (pozzolana): diversamente della prima, in questa miscela si aggiunge la pozzolana. Stiamo parlando di un materiale vulcanico che aumenta la resistenza dell’intonaco all’acqua e all’umidità. Questa soluzione è la migliore per le pareti esposte a climi piovosi o umidi.

 

Per ulteriori informazioni riguardo la malta di finitura per esterno visita il nostro sito dove troverai molti materiali adatti alle tue esigenze.

Hai domande? Vuoi più informazioni?

Rispondiamo sempre dalle 8.00 alle 18.00 e se ci scrivi un'email ti ricontatteremo velocemente.